When the urge for a pasta-free evening in a striking minimalist interior kicks in, head here…

+

C’è un portone (a vetro) in Borgo San Frediano 10/r che non può passare inosservato. All’interno un ambiente chiaro, una luce calda e tanti piccoli origami che si dondolano dall’alto. È quello del Momoyama, uno dei primi ristoranti giapponesi in città e, senz’altro, il migliore.

+

…We wondered, could any sushi, let alone great sushi, be found in Florence?

We checked with our concierge and he recommended Momoyama, a Florence sushi (Japanese) restaurant which not only was supposed to have remarkable sushi in a trendy atmosphere, it was actually the first sushi restaurant in Florence, 13 years ago!

+

Il Momoyama è il Momoyama. Nel bene e nel male, impossibile non parlarne e soprattutto provare almeno una volta il suo celebre sushi. E’ il ristorante giapponese per eccellenza. Locale molto di tendenza, mobili di design e bianco ovunque, propone una cucina fusion all’insegna della fantasia e della creatività.

+

In una città come Firenze, dove la cucina giapponese si è diffusa solo recentemente, Momoyama rappresenta l’esempio che tanti hanno cercato di imitare. Il locale è un perfetto mix tra stile japan e tipica architettura dei locali dell’Oltrarno fiorentino.

+

E’ stato uno dei precursori della cucina giapponese a Firenze. Molto prima dell’avvento dei locali, prevalentemente gestiti da immigrati cinesi, dedicati al sushi, questo elegante ristorantein Oltrarno, aveva portato i gusti dell’estremo Oriente in città.

+

Locale modernissimo ed essenziale all’interno di un palazzo del ‘500, con cucina giapponese (sia cotto sia crudo, soprattutto sushi) e fusion alla sera: gamberi avvolti in filetto di branzino, pollo teriaki. Servizio molto cortese.

+

La cucina del Momoyama oggi si mostra più solida e concreta: a pranzo si può frequentare come noodle bar, mentre la sera la scelta è più ampia e variegata.

+

Primo e ormai storico ristorante giapponese a Firenze, Momoyama da oltre un decennio mantiene il suo stile ricercato ed elitario.  Ambiente moderno, raffinato, con colori tenui come l’avorio e materiali naturali come il faggio, Momoyama propone una cucina giapponese leggermente rivisitata con contaminazioni fusion.

+

Il menù oltre ai classici della cucina giapponese, è specializzato in tartare e carpacci di pesce. Alcuni davvero interessanti, con abbinamenti insoliti. Vi consiglio di chiedere anche le proposte del giorno. Insomma un ristorante come si dice oggi un po’ fusion. Del resto in cucina c’è Thomas Hubner, uno chef con esperienze non da poco (fra le quali persino Pinchiorri).

+

Combinazione di sapori e specialità giapponesi con prelibatezze della tradizione mediterranea. Il risultato è una cucina fusion, fuori dagli schemi dei soliti ristoranti giapponesi. Il menù è vario e offre la sorpresa del piatto del giorno.

+

Un locale molto raffinato nella scelta degli arredi e anche nella disposizione dei locali, finemente arredato, illuminazione studiata molto bene e vista al piano di sopra molto suggestiva e caratteristica… palazzi antichi, ambiente modern chic e cucina orientale….. bellissimo mix.

+

When in Rome, eat as the Romans do….so why partake in sushi when in Florence? Well, combine Italian artistry with the precision of Japanese cuisine: lo and behold some true palatial gastronomic luxury. .

+

Qui contaminazione è la parola d’ordine e così capita di trovare, accanto ai classici sushi e sashimi, preparati a vista, rolls di varie forme, ripieni e dimensioni, ma anche zuppe, tartare, carpacci e piatti caldi dagli abbinamenti audaci, frutto della creatività dello chef Thomas Hubner.

+

Ciò che contraddistingue questo locale dagli altri è la preparazione di piatti diversi e più elaborati. Il menù comprende diverse pietanze come pesce crudo, pesce cotto, tartare, ma anche zuppe dai gusti più disparati.

+

Ambiente caldo e accogliente, corredato da alcuni oggetti d’arte contemporanea che rendono l’occasione di una cena un momento diverso e alquanto piacevole.

+

Aperto nel 1996 è diventato nel corso degli anni un punto di riferimento per gli amanti della cucina giapponese. Elegante, ma sobrio, si articola su due livelli…

+